martedì 24 novembre 2015

Shakespeare & Co, Tumbleweeds e come vivere circondati da libri


Qualche giorno fa, durante un pomeriggio particolarmente ozioso, mi sono ritrovata a girovagare in internet senza una meta ben precisa. Lo faccio spesso, in effetti: passo da un link all'altro, leggo le storie più assurde, mi dedico a notizie che, di solito, avrei ignorato. Questa volta mi sono imbattuta in un post su un blog di una ragazza americana, inizialmente perché incantata dalle foto che si susseguivano lungo l'articolo.
Solo in un secondo momento ho iniziato a prestare attenzione a ciò che c'era scritto e... cavolo! Non potevo non parlarvene!
Avete presente la libreria SHAKESPEARE & COMPANY? Ve ne avevo già parlato l'anno scorso in questo post dedicato alle librerie più belle del mondo e il bello è che avevo anche menzionato l'argomento di questo post, senza però capire davvero di cosa si stesse parlando.


Ve la farò breve: chiunque può fermarsi a pernottare in questa libreria parigina. Chiunque, a patto che ci sia posto, e la ragazza sopraccitata nel suo blog ha raccontato la sua esperienza.
Quali sono le condizioni? Aiutare a gestire il negozio per due ore, leggere un libro al giorno e, prima di andare via, lasciare almeno una pagina autobiografica per l'archivio.
Le persone che abitano la SHAKESPEARE & CO vengono chiamati Tumbleweeds e l'origine del loro nome ci viene data dal fondatore della libreria stesso:
"Diverse milioni di persone entrano dalla nostra porta, come balle di fieno nel vento, e poi vanno via, la loro innocenza persa, come liberi cittadini del cosmo. Siamo tutti viandanti senza tetto, in qualche modo."
― George Whitman
I Tumbleweeds hanno accesso a delle docce sul retro e devono provvedere autonomamente ai loro pasti. Quando il negozio viene chiuso, loro iniziano a prepararsi per la notte, disponendo i loro materassi nelle varie sezioni della libreria. Esatto: tra i libri. Possono trattenersi per tutto il tempo che ritengono necessario e l'unica cosa a cui devono essere disposti a rinunciare è la loro privacy. In tutto questo, vengono continuamente incoraggiati a scrivere e ad alimentare la loro arte, qualsiasi essa sia. C'è persino un angolino appartato in cui è sistemata una macchina da scrivere, messa lì affinché chiunque possa servirsene.


Credo che questa sia una delle cose più belle e stimolanti che io abbia mai visto. Mi piacerebbe da morire farlo e penso che prenderò seriamente in considerazione l'idea, una volta laureata. Per il momento, mi limiterò ad usare la SHAKESPEARE & CO come setting di qualsiasi romanzo mi venga in mente perché - come on -, questa cosa mi ha ispirata da morire.
Voi invece cosa ne pensate? Vi attira come idea o non fa per voi?

LINK UTILI

27 commenti:

  1. No, vabbè, perché mi dici queste cose. Aiuto. Andiamo. Andiamo. Andiamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo vedi? Poi diventa un pensiero fisso!

      Elimina
  2. Io ci andrei per leggere, assolutamente.
    per scrivere... Non so se riuscirei a scrivere niente in un posto simile. Sarei distratta di continuo da tutti i libri che mi circondano.
    Bellissimo posto comunque <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I libri, invece, su di me hanno un effetto particolare. Vorrei leggerli tutti, certo, ma probabilmente mi farebbero venire voglia di scrivere qualcosa di meraviglioso!
      Grazie *_* sono felice che ti sia piaciuto!

      Elimina
  3. No vabbè ma è meraviglioso *-*
    Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. Dai, ti do il cambio alla guida ogni due ore e porto un thermos di tè per tutti!

      Elimina
  5. Io ci andrei seriamente per provare l'esperienza di dormire in mezzo ai libri e purtroppo non sono veloce a scrivere. Quello che farei sarebbe solo indagare da cima a fondo quella meraviglia di libreria ahaha :] Magari anche solo una visita mi andrà più che benissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io divorerei tutto l'archivio con le pagine autobiografiche *-* quanta vita è passata tra quegli scaffali!

      Elimina
  6. YAAAAAA *-*
    Anch'io ho fatto un post di recente sul Tumbleweed Hotel (Se si può chiamare post quel miscuglio di parole random dette in predo al delirio/fangirlo/gioia)! *faccina a cuoricino*
    Quando vai fammi sapere, io preparo la valigia!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ooooh devo recuperare il tuo post! *-*
      Dai, organizziamoci! +_+

      Elimina
  7. E' una cosa fighissima *_* anche me vuole, anche me :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso davvero che dovremmo farlo! **

      Elimina
  8. Voglio andarci anche io, facciamo una cosa di gruppo *-* <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sto! Stiamo iniziando ad organizzare un pulmino, mi sa che siamo già a buon punto!

      Elimina
  9. Dev'essere un'esperienza meravigliosa *_____*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo! Più leggo le testimonianze di chi l'ha provata, più mi viene voglia di mollare tutto e partire.

      Elimina
  10. Una notte, vi prego, datemi una sola notte lì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me, dopo esserci stati, diventa impossibile andarsene!

      Elimina
  11. Avevo letto qualcosina su facebook, ma non mi ero informata più di tanto.
    E' una cosa stupenda *___________*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo aver preparato il post, sto iniziando a vedere questa cosa dei Tumbleweeds ovunque. Assurdo che prima non ci abbia mai fatto caso!

      Elimina
  12. No vabbè è una cosa fighissimissima *ww* e poi per così poco!
    Oddio, devo andarci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero? "Ok, puoi stare qui, a patto che tu legga, scriva e badi alla libreria".
      AHAHAHAH OK.

      Elimina
  13. Sono sempre pronto a partire, per me anche domani, tanto lo sai che la mia valigia è dietro l'angolo (letteralmente). Che splendida iniziativa! Grazie per averla condivisa :')

    RispondiElimina