giovedì 23 febbraio 2017

Recensione | Albion - Bianca Marconero

Alzi la mano chi ha accolto con entusiasmo l'annuncio della NASA!
Io sono così emozionata che sto pensando di scriverci un post sopra. Così, per sport.
COMUNQUE.

Posto questa recensione con un certo imbarazzo.
Ho letto questo libro così tanto tempo fa che hanno fatto in tempo ad uscire il seguito e due novelle
Ma sapete com'è la storia dei romanzi che ci hanno fatto impazzire. Vogliamo parlarne, non riusciamo a farlo nel modo in cui vorremmo e, in più, temiamo di non essere in grado di scrivere una degna recensione.
Premessa enorme per dire che sono passati quasi due anni, da quando ho letto per la prima volta Albion. Mi sono finalmente decisa a parlarvene perché l'ho riletto di recente, sperando che mi aiutasse a superare un periodo di forte stress.
E ci è riuscito, eccome se ci è riuscito.

Albion
BIANCA MARCONERO 

Albion #1


 Limited Edition ▲ Rilegato 394 pagine ▲ 14,90 € 

TRAMA: « Cresciuto senza madre, e dopo aver perduto il fratello maggiore - morto in circostanze misteriose -, nel giorno del funerale dell'amatissimo nonno, Marco Cinquedraghi riceve la notizia che gli cambierà la vita: deve lasciare Roma e partire per la Svizzera. È infatti giunto il momento di iscriversi all'Albion College, la scuola in cui, da sempre, si diplomano i membri della sua famiglia. Ma il blasonato collegio riserva molte sorprese. Tra duelli di spade e lezioni di filologia romanza, mistici poteri che riaffiorano e verità sepolte dal tempo che riemergono, Marco scoprirà il valore dell'amicizia e capirà che l'amore, quello vero, non si ottiene senza sacrificio. Nelle trame ordite dal più grande dei maghi e nell'eco di un amore indimenticabile si ridestano legami immortali, scritti nel sangue. Fino all'epilogo, tra le mura di un'antica abbazia, dove Marco conoscerà la strada che le stelle hanno in serbo per lui. Il destino di un re il cui nome è leggenda »


martedì 24 gennaio 2017

An open letter to | The Bookshelf (2.0)

An open letter to... è una specie di rubrica. Ogni volta (a cadenza random) indirizzeremo una lettera aperta a qualcuno, qualcosa, entità aliene, gatti...
Buondì, Mysamigos.
Ieri sera ero annoiata. Volevo scrivere, ma non sapevo cosa. Avevo quest'idea delle lettere aperte da indirizzare ai libri, agli autori e così via, ma ieri non avevo nessun destinatario letterario a cui rivolgermi.
Così ho deciso di scrivere una lettera al The Bookshelf. Visto che era già stata scritta una lettera del genere al nostro martoriato blog, questa è la versione 2.0.

lunedì 16 gennaio 2017

Pic A Book | Raven Boys & Ladri di Sogni

PIC A BOOK è una rubrica settimanale originale. Ogni lunedì vi presenterò la foto di uno dei miei libri e
sproloquierò un po', esprimendo le mie aspettative e aneddoti vari legati al libro in questione.
Riprendere con le rubriche, qui su, è un po' come tornare alla normalità dopo un lungo periodo di stravolgimenti emotivi.
Riprendere le rubriche beccando il giorno stabilito, poi, è un evento più unico che raro, al punto che vorrei quasi proporvi di festeggiare.
Non lo farò, però. Devo fare la persona seria, altrimenti Mys mi vede cazzeggiare e non mi prende più sul serio quando le faccio mobbing per avere le vignette del Blogger Life (o le vignette sulla gente che ci sta antipatica, o le vignette sui miei gatti, o le vignette su me che mangio i ravioli al vapore).
Dovreste ringraziarmi. La faccio lavorare per voi.
Comunque :3

OOPS I DID READ IT AGAIN

venerdì 13 gennaio 2017

Recensione | Player One - Ernest Cline

Buongiorno a tutti, Mysamigos!
Non riesco a dirvi quanto sia contenta che già sia arrivato venerdì. La prima settimana dopo le vacanze è stata traumatica, per usare un eufemismo.
Comunque, qualche tempo fa scrissi un I Want You assolutamente delirante su un libro che mi era capitato di incontrare per caso su Goodreads (QUESTO è il post incriminato) per lamentarmi diffusamente del fatto che proprio quel gioiellino imperdibile fosse introvabile in formato cartaceo. E' passato un anno, nel frattempo ho amato e declamato le lodi di quel libro a chiunque volesse ascoltarmi. Oggi, sono qui per propinarvi una versione fortunatamente abbreviata di quelle stesse lodi su *rullo di tamburi*:
Player One
ERNEST CLINE 


 Isbn Edizioni ▲ Brossura 632 Pagine ▲ 

TRAMA: « Il mondo è un brutto posto. Wade ha diciotto anni e trascorre le sue giornate in un universo virtuale chiamato OASIS, dove si fa amicizia, ci si innamora, si fa ciò che ormai è impossibile fare nel mondo reale, oppresso da guerre e carestie. Ma un giorno James Halliday, geniale creatore di OASIS, muore senza eredi. L'unico modo per salvare OASIS da una spietata multinazionale è metterlo in palio tra i suoi abitanti: a ereditarlo sarà il vincitore della più incredibile gara mai immaginata. Wade risolve quasi per caso il primo enigma, diventando di colpo, insieme ad alcuni amici, l'unica speranza dell'umanità. Sarà solo la prima di tante prove: recitare a memoria le battute di Wargames, penetrare nella Tyrell Corporation di Blade Runner, giocare la partita perfetta a Pac-Man, sfidare giganteschi robot giapponesi e così via, in una rassegna di missioni di ogni tipo, ambientate nell'immaginario pop degli anni '80, a cui OASIS è ispirato.»


giovedì 12 gennaio 2017

2017 To Be Read/Watched/Loved List

Ho sempre adorato fare liste.
Sono la regina delle liste, l'imperatrice suprema del mettere una serie di voci una dopo l'altra con maestria e sagacia, la leader galattica del devo fare questo-questo-e questo.
Mi preparo anche gli evidenziatori colorati con cui marcare i miei successi, oppure faccio i quadrettini piccini e carini da spuntare man mano.
Insomma, parto alla grande. Adesso voi, conoscendomi almeno un minimo, vi aspettereste che io concluda questo paragrafo affermando di non riuscire mai a portare a compimento il mio meraviglioso lavoro di pianificazione.
No, invece. Il problema non è questo: io, le liste che faccio, le perdo proprio.
E con questo possiamo calare il sipario e andare a raccogliere le recensioni deludenti su Cineblog.

Preambolo a parte, io adoro le liste, non le rispetto e tendo a perderle. Perciò, due di queste premesse possono essere soddisfatte da questo post, in cui ho intenzione di [RULLO DI TAMBURI] fare una sacrosanta lista di tutto quello che devo voglio bramo leggere e vedere in questo nuovo anno. Il 2017 è iniziato da quasi due settimane ma io, professionista del Lo Faccio Dopo, continuo a trascinarmi libri entrati in TBR anni fa, serie tv accantonate per mancanza di tempo, riletture di romanzi divorati troppo frettolosamente.
Perciò, sulla scia di questa calma che mi sono autoimposta nella gestione di THE BOOKSHELF, ho deciso di fare un po' di ordine in questi metaforici scaffali pieni zeppi di polvere.

martedì 10 gennaio 2017

Blogger Life | Quando ti prende la risistemazione drastica


Buongiorno, Mysamigos!
Ebbene sì, siamo tornate! Ed è stato fantastico vedere la quantità di amore che ci avete riversato addosso tipo valanga. Grazie, guys!
Visto che ci stiamo ancora riprendendo dalle vacanze di Natale, oggi restiamo sul leggero: ritorna il Blogger Life (in una versione un po' rustica perché la mia tavoletta grafica è...indisposta, al momento).

QUANDO TI PRENDE LA RISISTEMAZIONE DRASTICA



lunedì 9 gennaio 2017

The Bookshelf riapre le porte. Bentornati a casa

Qual è il motivo per cui un blog viene abbandonato a se stesso?
Ve lo diciamo noi: l'ansia, la pressione, le aspettative.
Ecco cosa ci è successo, ecco perché THE BOOKSHELF non vedeva un post da mesi e mesi.
Abbiamo inquinato la nostra isola felice, facendo diventare un lavoro logorante quello che sarebbe dovuto essere una valvola di sfogo.
Ne siamo uscite in punta di piedi, abbiamo evitato di parlarne. Ci eravamo quasi rassegnate a lasciar cadere la cosa nel dimenticatoio.
Ma poi, lentamente, in noi si è fatto strada quello stesso impulso violento che, quasi quattro anni fa, ci aveva spinte a sederci al pc e a creare questo angolino: il bisogno di parlare di libri, di condividere, di scrivere.
E così ci siamo messe al lavoro.

La premessa di base - sulla scia del Dottore con il suo NO MORE - è niente ansia. Niente pressioni. Niente aspettative.
Nonostante questo, abbiamo lanciato un countdown sulla nostra pagina Facebook e in questi giorni abbiamo effettuato un bel restyling.
Chi di voi ci segue da un po' di tempo, potrà notare che le pagine dedicate ai CONTATTI e alle POLICY sono state aggiornate, e che c'è una piccola novità in quella dell'ABOUT (spoiler: cliccate QUI e QUI).
Abbiamo sistemato tutte le RECENSIONI, con un'impaginazione uniforme e, soprattutto, con i nuovi raiting. Insomma, abbiamo iniziato a dare una bella spolverata a questi scaffali abbandonati un po' a loro stessi.