martedì 21 ottobre 2014

Let it List #4

Let it List è una rubrica a cadenza casuale, con la quale vi presenteremo delle liste ad argomento librofilo. Segni particolari: un mucchio di ironia e sarcasmo
Buoooon martedì a tutti, lettori!
Oggi sacrifico il Blogger Love Project (a proposito, il Day Six è online!) per dare spazio ad una rubrica che ha preso fin troppa polvere, ultimamente!
Dopo un'attenta e acuta sessione telefonica, Mys e io abbiamo buttato giù lo scheletro di questo Let it List. La lista di oggi riguarda...

Nelle librerie arriva lui: il libro dell'anno. Dopo neanche due ore di permanenza sugli scaffali, è stato osannato come l'opera più originale dopo Storia di un Cucchiaio che si Innamorò del Barattolo di Nutella. Il cane del tuo vicino ha lottato per averne una copia autografata, la nonna della tua blogger di fiducia si è fatta tatuare le citazioni più strappalacrime. Tutti ne parlano, tutti lo amano. Tu decidi, per l'ennesima volta, di mettere da parte il tuo scetticismo di quart'ordine e di dare un'opportunità al Captain Awesome dei Libri. Ignori la vocina che ti sussurra "non farlo, donna. È uno young adult. Quanto originale potrà mai essere?". Vai in libreria e, fiera di te, consegni 17 € nelle mani di un commesso che ti guarda con aria compassionevole. Torni a casa, togli la sovraccoperta per non rovinare questo capolavoro della letteratura moderna e inizi a leggerlo. Lo finisci. Lo chiudi e ti rendi conto che di originale questo libro non ha neanche il nome dell'autore scritto in copertina e che, anzi, ti ha riproposto gli stessi cliché dell'ultimo young adult che avevi letto. Che poi erano uguali a quello precedente. E a quello prima ancora. E ancora quello prima. A questo punto, mentre inizi a porti qualche domanda sulle tue capacità di selezione -e su quelle del cane del vicino, che ha imparato a leggere per questa merda- decidi di fare qualcosa di drastico. Tipo questa lista.

ovvero:
5 cliché che rendono gli young adult dei libri da dissenteria cronica.

Disclaimer per questa lista: se è un po' che seguite il blog, credo non ci sia bisogno di specificare che stiamo, ovviamente, facendo dell'ironia. Non pensiamo che tutti gli Young Adult facciano schifo, ma che molti tendano a ripetersi in un modo quasi imbarazzate.



1. Il bacio ci piace. Ma solo sotto la pioggia
ovvero
perché stare al coperto quando ci si possono beccare secchiate d'acqua in testa aggratis?
[Sottofondo musicale romantico]
Edmundo guardò Gnocca con una passione e un ammmore tale da farle tremare le ginocchia, già deboli di per sé. Gnocca non riusciva a credere che quello stesse succedendo davvero: dopo mesi di occhiatine languide, messaggi subliminali e l'intervento della Massoneria, finalmente erano arrivati al punto focale. E lei lo leggeva nei suoi occhi d'alabastro intarsiati con foglie d'oro finemente dissolte in cioccolato fuso: Edmundo stava per baciarla. Ed era pure ora.
Lei gli si avvicinò, guardandolo come Bambi guardò il cacciatore che gli aveva fatto fuori la mamma. Edmundo la prese tra le braccia villiche, avvicinò il viso al suo e... si fermò. Guardò Gnocca. Guardò il cielo. Guardo di nuovo Gnocca. Stette fermo per qualche minuto poi, con un sospiro contrariato, si allontanò e recuperò il cellulare dalla tasca. "Eppure Giuliacci mi aveva assicurato fulmini e saette! Maledetto Thor. Non si quaglia neanche oggi".

Perché sì, popolo: la pioggia è un elemento fondamentale per far quagliare i nostri protagonisti. A quanto pare, è estremamente importante e poco importa il rischio di scivolare, la visibilità ridotta a zero e il fatto che ve ne stiate impalati come due cretini mentre la gente vi scocca occhiate compassionevoli mentre vi passa accanto con il suo ombrello. È romantico, mi dicono. Sapete cosa non è romantico? Il raffreddore con catarro che vi beccherete il giorno dopo.



2. Ma chi, lui? No! Io lo odio!
ma in realtà
lo spalmerei sul primo muro a disposizione, come fosse burro sul pane.
Amica idiota di Gnocca: OOOH! GUARDA! C'è Edmundo Culo! Ommioddio, guarda com'è secsi con quella camicia Armando! Ti ho mai detto che ha i soldi che gli escono per il culo? (No pun intended)
Gnocca: Ah, davvero? E' così pretenzioso. *In effetti non male. Non mi dispacerebbe strappargli la camicia di Armando a morsi*
Amica idiota di Gnocca: e guarda che spalle larghe e che muscoli? Ho menzionato il fatto che nel tempo libero aiuta a salvare gattini dagli alberi e il solito ultimo bambino che resta negli edifici in fiamme?
Gnocca: Ah, sì? Scommetto che lo fa solo per attirare l'attenzione. *E' anche premuroso OMG*
Amica idiota di Gnocca: e non sai che storia triste ha alle spalle! Il padre lo ha abbandonato per andare ad allevare pinguini in Antartide e sua madre, per questo, lo faceva travestire da pinguino ad ogni Halloween, mentre gli altri bambini potevano vestirsi da vampiro.
Gnocca: Questo non gli da il diritto di essere un tale pallone gonfiato *That's it. Vado a offrirgliela su un piatto d'argento. Excuse me.*

Perché evitare tarantelle quando si possono riempire pagine su pagine di seghe mentali che non reggono, ma che alimentano il fuego tra i nostri protagonisti? Insomma, perché quella faccia schifata? Loro si odiavano, poi si sono innnnammorati! È bellissimo! Piangiamo tutti!


3. Oh no! Che casualità! Sono in coppia proprio con lui
ovvero
le seghe mentali non si alimentano se sti due non sono costretti a frequentarsi
"Ok, ragazzi. Oggi ci dedicheremo ad un esperimento sociologico che non mi degnerò di illustrarvi. Sappiate che lo faremo a coppie. E, ovviamente, le coppie saranno scelte da me".
[risata diabolica in sottofondo].
"Signorina Gnocca Papera, lei sarà in coppia con il signor Edmundo Sedere".
Gnocca trasalì, scioccata. Per tutti i cigni del Lago Maggiore! Doveva finire in coppia proprio con Edmundo Sedere? Lui prese posto accanto a lei e le sorrise. Lei lo fulminò con lo sguardo. "Non ci provare! Ti ho già detto miliardi di volte che ti odio, Edmundo! Ti o-d-i-o! E non mi interessa che sei aitante quanto un giaguaro e profumato come una primula e hai dei capelli fantastici. Io ti odio!".
Edmundo, piuttosto scioccato, riuscì a boccheggiare solo un "Ma perché?". Gnocca represse un versetto stizzito. "Dio, come sei irritante!".

Dopotutto, il nostro Autore Supremo avrà pur bisogno di un modo per far capire chiaro e tondo che no, non ci sono dubbi, Gnocca odia davvero Edmundo, Lei non è una ragazza come le altre. Lei non è così scema da buttarsi tra le sue braccia senza prima aver fatto venire venti tic nervosi al Lettore.


4. Più Gnocchi per tutti
o meglio
le leggi della probabilità non contano un ciufolo
"Allora, Gnocca, che hai fatto di bello oggi?".
"Ma niente, Cerbera, sono andata a tagliarmi le unghie dei piedi".
"Certo. L'igiene personale è importante".
"È quello che dico sempre anche io. Comunque, il tipo che mi ha tagliato le unghie era agghiacciantemente bello".
"Davvero? Oddio, chissà che imbarazzo averci a che fare mentre gli mostravi le tue unghie da troll delle montagne".
"Macché! Le ha trovate carine! Non si è lasciato frenare neanche dalla mia capigliatura a nido d'ape".
"...cos-?".
"Usciamo insieme, domani. Metterò i sandali, così potrà vedere come ho tenuto bene le unghie".

Parliamone. Quante possibilità ci sono che in un posto a random si incontri un figone pazzesco? E quante possibilità ci sono che il figone sia anche socialmente impegnato, buono, umile, adorabile, premuroso e talentuoso? E, andiamoci giù pesante, quante possibilità ci sono che la suddetta opera d'arte sia anche interessato alle vostre unghie dei piedi?
E tu, Autore delle mie Converse, vuoi anche spacciarmi questa cosa come "non-fantasy"?
Ma sono l'unica per cui l'incontro più emozionante al supermercato consiste in un pacco di biscotti al 3x2?
[romantic music playing]


5. Fraintendimenti, perché sennò è noioso
il che significa
i due protagonisti non condividono lo stesso codice linguistico -o sono semplicemente idioti-
"Oh no, Cerbera! Edmundo sta parlando con quella ragazza alta, bella e avvenente!".
"Gnocca, non c'è niente di male".
"Ma come! Non vedi come si guardano? E come lei gli si avvicina? Guardala! Sembra persino che gli somigli! Chissà quanta fatica le sarà costata fare di tutto per essere bella come lui".
"Gnocca".
"Guarda! Sì avvicina per parlarle all'orecchio! TRADIMENTO! Basta, me ne vado!".
Gnocca, in lacrime, girò i tacchi e corse via. Cerbera rimase a guardarla perplessa, l'indice alzato a mezz'aria è un sopracciglio inarcato. "Ma... ma... quella è sua sorella!".

Ho scelto l'esempio più eclatante, ma i fraintendimenti-che-non-confondono-nessuno-tranne-i-protagonisti sono così numerosi nel panorama degli Young Adult da restare davvero allibiti. Giustamente, una volta che i nostri piccioncini hanno superato tutti gli step, Autore Supremo deve pur trovare un modo intelligente per incasinare le cose, vero?



Ok, fine della storia.
O meglio, questo potrebbe essere un semplice inizio, visto che i cliché romantici sono così tanti da poter riempire altre quattro liste!
Per il momento, accontentatevi di questi cinque e, anzi, scriveteci pure quelli che più vi fanno innervosire. :3
Diteci, diteci, diteci!


Stavolta il Making Of non è condivisibile.
Vi lascio un'unica perla...

Mys: ma Mel, come fa il cane del tuo vicino a leggere?

28 commenti:

  1. Ahahahahhahaha rotolo XD
    Post meraviglioso e che condivido alla grande :D

    RispondiElimina
  2. ahahahah bellissimo questo post!!! ^_^ Mi avete fatto morire dal ridere

    RispondiElimina
  3. Ahahahah questo post è bellissimo xD
    Anche io odio tremendamente tutti questi clichè, incluso quello del "ragazza nuova insofferente che fa di tutto per rendersi invisibile ma che però GUARDA CHE SFORTUNA viene notata proprio dai più fighi della scuola/vicinato/casa di cura/corso di yoga". E che naturalmente è una strafiga ma si considera solamente passabile. Ecccerto.

    RispondiElimina
  4. Ahahah davvero divertente questo post!
    Sono pienamente d'accordo.. X questo leggo pochissimi young adult di questo tipo!

    RispondiElimina
  5. ahhahhhahhhahhh>___________<.....che ridere!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Condivido, ma più che il bacio sotto la pioggia non sopporto il bacio con Lui che scioglie i capelli: può fare un male cane e poi deve distrarre tantissimo.
    Che poi... se una si fa una pettinatura un po' più complessa di una coda di cavallo non se la fa saltare per un misero bacio u_u

    RispondiElimina
  7. ok!!! lo sapete che dovete scrivere un YA con protagonisti Edmundo sedere e gnocca Papera vero?
    un best seller nel giro di due giorni davvero!!!

    RispondiElimina
  8. Ahahahah non avevo ancora incontrato questa rubrica!!!! Ahahahaha mitiche!!! Sono morta dalle risate...soprattutto per Edmundo Culo ahahaha :D

    RispondiElimina
  9. Comunque, il tipo che mi ha tagliato le unghie era agghiacciantemente bello".
    "Davvero? Oddio, chissà che imbarazzo averci a che fare mentre gli mostravi le tue unghie da troll delle montagne".


    Oddio mi mancava questa rubrica. Anche il mio cane sa leggere, lecca pure le pagine per voltarle. Giusto per farvelo sapere.

    RispondiElimina
  10. Il post più divertente che abbia mai letto XD ed è pure tutto vero!

    RispondiElimina
  11. Ahahah condivido tutto ciò che avete scritto, e lo avete scritto in modo irresistibile! Fantastiche!! <3

    RispondiElimina
  12. ahahahahahahah anch'io condivido tutto quello che avete scritto! Al punto 4 avrei anche aggiunto che tutti i possibili ragazzi del libro in questione ci provano con Gnocca =_=

    RispondiElimina
  13. Ahahahahahah xD Avete scritto delle grandi verità u.ù

    RispondiElimina
  14. True story.
    Ahahah e il fatto che tutte le protagoniste sono bellissime, fantastiche, meravigliose dee in Terra e non lo sanno?? Cioè non si rendono minimamente conto di essere fighe, nonostante l'evidenza che circa tutta la popolazione maschile che le circonda sbava per loro. E loro sono tutte un "impossibile.. che cosa ci troveranno in me?"
    Condivido soprattutto l'ultimo punto.. il nervoso ogni volta che la Gnocca di turno pensa il peggio di Edmundo, palesando tutta la sua totale idiozia... :')

    RispondiElimina
  15. Ahahahah è geniale e pienamente condivisibile!

    RispondiElimina
  16. No, ma allora siete cattive. Io ero pacificamente a lezione e voi mi pubblicate questo post e mi fate fare la figura della cioccolataia davanti a tutta l'università...perché provare a non ridere è impossibile XD

    RispondiElimina
  17. STO. MORENDO.
    Le ho pensate tutte almeno una volta leggendo un YA! Ma soprattutto quella degli gnocchi random, andiamo autori di YA siamo onesti..è impossibile trovare gnocchi random ogni volta che si gira l'angolo! U.U

    RispondiElimina
  18. Oh mio dio quant'è vero! E lui che difende la ragazza sconosciuta e la prende in braccio cullandola con gli occhi chiusi anche se è una sconosciuta mentre lei le tocca il petto depilato e sente gli addominali??? E gli ormoni delle lettrici vanno in subbuglio immaginandosi cose tremende! Poi vanno dal fidanzato che si limita a dar loro una bella pacca sul sedere e le lasciano pure un bel livido *ehm ehm, ogni riferimento è puramente casuale* ahahahaahahah

    RispondiElimina
  19. Bellissimo post, ho sempre pensato le stesse cose!! mi sono già affezionata ad Edmundo sedere e Gnocca papera. :D

    RispondiElimina
  20. Adoro quando qualcuno sfotte gli onnipresenti cliché che siamo costrette a sorbirci nei romanzi... Mi sono fatta un sacco di risate!

    RispondiElimina
  21. ahahahaah bellissimo post!!!

    RispondiElimina
  22. NO, il ritorno di Edmundo Culo! AMO.
    A voi va tutta la stima e il mio eterno amore ♥

    Avete citato la crème de la crème, i cliché per eccellenza!
    Ma d'altronde si sa, l'ammmore non è bello se non è litigarello xD
    E chi di noi non incontra modelli di Dolce e Gabbana andando dal dentista!
    LOL e quel povero cane del vicino che ci ha perso pure i peli leggendo 'sta roba!

    RispondiElimina
  23. Post meeeeeeraviglioso che verrà prontamente messo agli annali dei miei post preferiti. Sarà che detesto cordialmente gli YA e che odio ancora di più i clichè!

    Condivido il pensiero di Gaia e Giada, tra i commenti qui sopra: la protagonista sfigatissima e appena arrivata che viene puntata da tutti i fighi della scuola... e la suddetta sfigatissima vergognosissima imbranatissima che in realtà è una figa paura ma non se ne rende conto (chissà perchè ho vagamente in mente Clary Fray a questa affermazione)...

    Spero di vedere altre mirabolanti avventure di Gnocca ed Edmundo, perchè non mi sono mai divertita tanto! Complimenti! :D

    RispondiElimina
  24. Questo post è meravigliosamente divertente!
    Anche se poi, in effetti, mi fa pensare a tutti quei libri che seguono esattamente tutti gli step... E questa è una cosa piuttosto triste.

    RispondiElimina
  25. Adoro questo post! Ho riso tutto il tempo mentre lo leggevo xD
    Comunque sono d'accordo con tutti i cliché che avete elencato, e se devo dirne uno che a me dà particolarmente fastidio è quello dei fraintendimenti u_u Perché è ovvio che Liudolfo vuole tradire Ermenegilda se questi viene braccato a caso per strada e abbracciato da una ragazza svampita con le tette grosse che sembra conoscerlo bene ed essere in intimità con lui (dopo un po' di suspance si scoprirà che questa donnaH è sua cugina -.-").

    RispondiElimina
  26. Ahahahah XD Ho le lacrime agli occhi per le risate! :D Ragazze, avete ragione da vendere!
    Il punto numero 4 me lo domando sempre pure io ed è una cosa che mi manda davvero fuori di testa! Dove li tireranno fuori gli autori tutti quei fighi da inserire qui e là in ogni angolo del romanzo quando nella vita vera sono più le volte che capita davvero l'incontro con il pacco dei biscotti al 3x2?! L'apice però si tocca quando saltano fuori ben DUE fighi pazzeschi che, guarda caso, si innamorano entrambi della stessa protagonista..mah, i misteri della letteratura..
    Comunque brave, post divertentissimo ;)

    RispondiElimina