mercoledì 10 settembre 2014

Recensione | Will ti presento Will - John Green & David Levithan

Sessione di Settembre, o mia adorata.
Mi dispiace di aver latitato in questo modo barbaro negli ultimi giorni, ma lo studio mi sta uccidendo e internet non ne vuole proprio sapere di collaborare.
Ho miliardi di commenti a cui rispondere e email da visualizzare. Ce la farò ad approfittare di questo minuscolo pizzico di connessione che il Karma mi concede?
Si accettano scommesse.
Mentre depositate i soldi e scegliete da che parte stare, vi lascio la recensione di Will ti presento Will, ristampato nel mese di Luglio dalla PIEMME.

Will ti presento Will
JOHN GREEN & DAVID LEVITHAN 


 Piemme ▲ Rilegato 336 pagine ▲ 16 € 



TRAMA: « Una sera, nel più improbabile angolo di Chicago, due ragazzi di nome Will Grayson si incontrano. Dal momento in cui i loro mondi collidono, le vite dei due Will, già piuttosto complicate, prendono direzioni inaspettate, portandoli a scoprire cose completamente nuove sull'amicizia, l'amore e su loro stessi.»







Ormai l'amore sproporzionato che nutro nei confronti di John Green è cosa nota, quindi salto questa parte e passo direttamente a dirvi che di David Levithan ho letto solo Dash and Lily's Book of Dares, che mi era piaciuto un bel po'.
Quindi, ero davvero curiosa di leggere Will ti presento Will e vedere i due cos'erano stati capaci di inventarsi, visto che la trama di fondo non sembra niente di troppo originale.
Durante tutta la narrazione, seguiamo le vicende di due ragazzi, che non condividono altro che il nome di battesimo. Will Grayson e Will Grayson non potrebbero essere più diversi l'uno dall'alto, eppure, in una sera in cui tutto sembra andare storto, si incontrano per puro caso in un negozio di Chicago. Parlano, condividono le proprie esperienze e cercano di darsi un reciproco goffo conforto.
Aggiungere altro alla trama sarebbe superfluo e, soprattutto, rovinerebbe la lettura.

I punti di vista dei due Will si alternano nei vari capitoli. Da un lato abbiamo Will Grayson, sostenitore della filosofia del Fregatene, vagamente goffo e un po' nerd, che condivide i problemi esistenziali e sentimentali di un qualsiasi adolescente non troppo sicuro di sé. Dall'altra parte troviamo will grayson, telegrafico, cupo, che non si serve delle maiuscole e fa sfoggio di un meravigliosissimo black humor.
I personaggi secondari sono vagamente abbozzati, ma tra questi spicca Tiny, il legame tra i due Will, una vera e propria bomba egocentrica e apparentemente superficiale, dal cuore grande e una psicologia tutta da scoprire.

Devo essere sincera: forse mi aspettavo qualcosina in più.
Con una trama del genere, i due autori avrebbero potuto imboccare miriadi di strade differenti e originali. Invece, mi è sembrato che si siano tenuti molto sul vago e sull' "è successo per caso".
Non fraintendetemi, il libro mi è piaciuto, e forse questa sensazione un po' così è da imputare alle mie aspettative come al solito elevate.
Infatti, a parte questo sentore di non approfondito, ho trovato Will ti presento Will divertentissimo e frizzante. Mi ha tenuto compagnia in una giornata in cui il mio umore non era al massimo, mi ha fatto ridacchiare istericamente e mi ha fatto trascorrere qualche ora in tranquillità.
È un romanzo che, pur trattando temi abbastanza forti, si mantiene leggero e spensierato. Il finale, dalle tinte fortemente da comedy americano, mi è piaciuto molto e mi ha fatto venir voglia di infilarmi nella storia e abbracciare Tiny. Che amore!
Ve lo consiglio al 100%, ma vi chiedo di tenere basse le aspettative. Probabilmente, se io lo avessi fatto, gli avrei dato tutti i Wolverine di questo mondo.

Ora, però, voglio i vostri pareri!
Che ne pensate? Eh eh eh?
Un bacio a tutti!





28 commenti:

  1. Questa recensione è semplice e molto ben fatta, quindi innanzitutto ti scrivo i miei complimenti!
    Mi ha incuriosito molto la storia, soprattutto perché John Green e Levithan sono una garanzia per il mondo della scrittura, a prescindere dalla storia in sé. Per questo non vedo l'ora di leggerlo. Provvediamo. E poi, ho amato il fatto che tu abbia definito il libro "frizzante"! Personalmente, comprerei subito un romanzo definito in questo modo! Mi ha incuriosito.

    P.S.: Good job, darling!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice di averti incuriosito! Ti porto il libro la prossima volta che ci vediamo :3

      Elimina
  2. Letto durante le vacanze e, ti dirò, mi aspettavo qualcosina in più anche io. Però mi è piaciuto lo stesso, è stata una lettura rilassante e divertente! *W*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo! :3 appena chiudo questa sessione, ho intenzione di rileggerlo in inglese :) vediamo che succede!

      Elimina
  3. Devo ancora leggerlo, ma non so perché non mi aspetto granché da questo libro :/ Speriamo bene :D

    P.S. Ragazze ho organizzato un Giveaway sul mio blog, se volete dare un'occhiata vi lascio il link QUI :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per l'invito! :) Se deciderai di leggerlo, fammi sapere cosa ne pensi!

      Elimina
  4. Ciao Mel, finalmente ho finito la mia latitanza estiva e sono tornata :) Io questo libro l'ho recensito proprio ieri. Ti dirò, io amo John Green alla follia e forse -ehm ehm, decisamente- sono un pò di parte. Non avevo aspettative per questo libro ma l'ho adorato! A me, oltre a farmi divertire tantissimo, mi ha fatto anche riflettere. Io a Tiny farei una statua xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claaaa! *stritola*
      Appena internet regge, vengo a darmi una bella spulciata al tuo blog!
      E... anche io farei una statua a Tiny XD

      Elimina
  5. Va bene, recepito. Abbasso le aspettative e poi lo leggo u.u thank you! Questa recensione è stata molto ma molto utile XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voglio ovviamente sapere che ne pensi, poi u_u

      Elimina
  6. Wow, questa recensione mi ha sorpreso! Essendoci John Green di mezzo quasi quasi mi aspettavo che ne avresti tessuto le lodi! Comunque per il momento non sono particolarmente interessata a leggerlo (anche perché ho fin TROPPE letture in corso), quindi per ora è in fondo alla lista :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo ammettere che sono stata TREMENDAMENTE oggettiva in questa recensione XD
      Ma il Green tira sempre fuori la mia parte più puntigliosa u.u mi aspetto sempre capolavori, da lui!

      Elimina
  7. Vedo che questo libro sta ricevendo molti pareri contrastanti :3
    Però continua ad attirarmi molto *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo, Nic! Non è di certo un libro che delude :)

      Elimina
  8. io l'ho letto qualche mese fa e mi è piaciuto molto anche se all'inizio ho faticato a capire che erano due Will differenti (lo so sono tonta, dal modo di scrivere avrei dovuto capirlo subito) e quindi ho dovuto rileggerne in parte. Però nell'insieme l'ho trovato divertente e anche toccante. Mi è piaciuta tanto (oltre a Tiny) anche la madre del Will tenebroso, ma forse perchè io sono mamma (i miei figli per fortuna sono ancora piccoli) e spesso ho empatia per i genitori che faticano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me è piaciuta un bel po' la mamma di will minuscolo! :)
      Tanto di cappello ai genitori che faticano!

      Elimina
  9. Terrò a mente il consiglio e abbasserò le aspettative quando arriverà il suo momento di lettura :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di sapere cosa ne pensi! :)

      Elimina
  10. ok seguirò il tuo consiglio...^_*..c'è l'ho in lista e non vedo l'ora di leggerlo!!!^_^

    RispondiElimina
  11. Sono curiosa di leggerlo ma non così tanto... probabilmente lo adorerò xD

    RispondiElimina
  12. Ho letto anche io questo libro poco tempo e fa e concordo sul tuo pensiero, mi aspettavo qualcosa di più. Però carino, divertente, dolce. Mi si è sganciata la mascella dal ridere quando il will grayson senza maiuscole è finito nel sexy shop e ha immaginato un toy story versione sexy toys *rotola*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Toy Story versione sexy ha ucciso anche me ahahah

      Elimina
  13. Penso che chi abbia letto come primo suo libro TFIOS trovi tutti gli altri romanzi un pochino sottotono o comunque un pelino inferiori.
    Quando ci si innamora di un autore si pensa di ritrovare in tutti gli altri scritti quello che in un determinato romanzo aveva fatto scattare la scintilla, per poi magari rimanerne un po' delusi.
    A me con Green è successo così. Li ho amati tutti, ma nessuno come TFIOS.
    Forse avrei dovuto leggerli al contrario xD
    Questo non toglie che Will ti presento Will è un ottimo libro e che Tiny è la pucciosità :3
    Deve essere stata un sofferenza dovergli assegnare tre wolverine xD
    John, Mel ti vuole bene lo stesso, tranquillo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti credo che avrei dovuto leggerli in ordine di pubblicazione, toh XD
      Ma Cercando Alaska l'ho amato alla follia e Paper Towns pure. Per Teorema Catherine parto senza aspettative e vedrò! XD
      John, ti amo anche se mi fai soffrire e crei personaggi maschili che sono adorabili nerd.

      Elimina
  14. Ciao! ma sai che ero convinta di seguirvi? va beh...ho rimediato adesso!! Ho finito di leggerlo proprio ieri sera e gli ho dato lo stesso voto 3 su 5. E' il primo libro di Green che leggo, ma credo di aver sbagliato approccio!!! Però non mi è dispiaciuto eh...solo che mi è mancato qualche cosa!!

    RispondiElimina
  15. Hey ♥ L'ho finito ieri, ragazze :P Eh si mi leggo le recensioni anche APPENA aver finito il libro XD in effetti pure io mi aspettavo qualcosina in più... sto scrivendo la recensione e sono indecisa su 3 o 4 stelline :3 Ma comunque è verisssimo: è un libro frizzante ☻

    RispondiElimina