lunedì 1 settembre 2014

Recensione | Conversazione con J.K Rowling

« Una locomotiva a vapore scarlatta era ferma lungo un binario gremito di gente. Un cartello alla testa del treno diceva "Espresso per Hogwarts, ore 11". Harry si guardò indietro e, là dove prima c'era il tornello, vide un arco in ferro battuto, con su scritto "Binario Nove e Tre Quarti". Ce l'aveva fatta. »
— J.K Rowling, Harry Potter e la Pietra Filosofale 

Buongiorno e buon primo Settembre a tutti, miei bellissimi lettori!
L'Espresso per Hogwarts è partito già da un'ora. Avete trovato tutti uno scompartimento libero? Vi state già ingozzando di Gelatine Tuttigusti+1 e Cioccorane (io sì, OM NOM NOM).
Da quando avevo undici anni, ogni primo Settembre ho il mio piccolo rito personale: mi metto in un angolo e penso a come sarebbe il mio viaggio verso Hogwarts. E poco importa che, ormai, dovrei essere una strega diplomata. Ogni anni, il primo Settembre, io salgo su quel treno.
Quest'anno celebrerò la cosa con una bella maratona delle mie parti preferite della saga di Harry Potter, ma volevo che anche sul blog si respirasse un po' di aria Hogwartsiana. Così, ho deciso di postare la mia mini recensione di Conversazione con J.K Rowling.
Cosa c'è di meglio di iniziare l'anno magico con le parole della creatrice di questo intero mondo?

Conversazione con J.K Rowling
LINDSAY FRASER 



 Ponte delle Grazie ▲ Brossura 93 pagine ▲ 7 € 

TRAMA: « Nel 1997 un editore di libri per adulti inglese, Bloomsbury, pubblica la storia di un ragazzino dotato di poteri magici, Harry Potter. Da allora sono passati cinque anni e l'autrice, J. K. Rowling, è diventata famosa in tutto il mondo. Ma quello che ancora non si conosce e non si racconta è la vita di questa scrittrice, che non è mai venuta meno, malgrado il successo, alla riservatezza della sua vita privata. Questa è la prima intervista in cui la Rowling racconta la sua infanzia e le sue letture preferite, la sua carriera scolastica, la sua attività di scrittrice e come è nato il mondo fantastico di Harry Potter, come hanno preso forma i personaggi e gli ambienti, sempre legati a episodi della sua vita.  »



J.K Rowling è il mio idolo indiscusso.
Non solo per quel che riguarda il campo letterario, ma anche considerando la sfera umanitaria e personale. È una donna che ha affrontato molti momenti duri nella sua vita, ma ha sempre trovato la forza per proseguire a testa alta, nonostante le difficoltà e l'abbandono di persone che credeva amiche, e guardate un po' dov'è arrivata!
Perciò, da brava stalker è da quando ho avuto il primo collegamento ad internet che vado in giro a spulciare sue interviste e curiosità sulla sua vita. Volevo leggere Conversazione con J.K Rowling da secoli ma, per una cosa o per un'altra, non sono mai riuscita a procurarmelo. Poi l'ho vinto al Torneo Tremaghi di Leda e Denise e ho letteralmente fatto i salti di gioia quando mi è arrivato.

Vi dirò, è un libriccino di appena 93 pagine. Al suo interno, ordinate per categorie, sono raccolte una serie di interviste fatte alla Rowling. Le domande spaziano dalla sua infanzia alla creazione dei vari personaggi dei suoi libri, ma restano sempre molto sul vago.
A questo, poi, si aggiunge il fatto che questo libro sia un po' vecchiotto. Infatti, è aggiornato alla pubblicazione de Il Calice di Fuoco, quindi una gran fetta del mondo di Harry non è minimamente presa in considerazione (e grazie tante).
Nelle ultime trenta pagine, l'edizione comprende vari articoli comparsi nella stampa italiana e dedicati al fenomeno Harry Potter. Interessanti, volendo, ma molti fan della saga si ritroveranno a farsi venire tic nervosi nel leggere analisi su analisi su cose talmente lineari e palesi da rasentare l'ovvietà.

Questo non è il primo libro sulla Rowling che leggo. Ho letto più volte La Maga dietro Harry Potter di Mark Shapiro, che regala una versione un po' romanzata degli eventi, ma che dà al lettore un chiaro quadro della vita della donna che si nasconde dietro il nome stampato in copertina.
La maggior parte delle informazioni date da Conversazione con J.K Rowling le conoscevo già, anzi! Avrei potuto aggiungere dettagli alla risposta stessa!
Qualcosa di nuovo c'è, però. La domanda che più mi è piaciuta è quella sulle traduzioni:

I suoi libri sono stati tradotti in almeno 28 lingue. Cosa ne pensa delle altre versioni?
Ho ricevuto le copie del primo Harry tradotto in giapponese, è bellissimo. Ma la versione che mi è piaciuta di più è quella greca. A volte trovo delle strane piccole aberrazioni. Nella versione spagnola il rospo di Neville, che lui perde sempre, è diventato una tartaruga, che senz'altro è molto più difficile da perdere. E poi non si parla mai dell'acqua in cui dovrebbe vivere. Ma non voglio pensarci troppo... Nella versione italiana il professor Dumbledore è diventato il Professor Silente. La traduttrice si è basata sulla parola dumb nel cognome, che significa muto. In realtà dumbledore è il vecchio nome del calabrone. L'ho scelto perché avevo un'immagine di questo mago benevolo, sempre in movimento, intento a mormorare tra sé, e poi mi piaceva il suono della parola. Per me Silente è una totale contraddizione. Ma il libro è molto popolare in Italia, il che significa che la cosa non disturba per niente gli italiani!

Insomma, è un libro carino. Ottimo per chi è agli inizi della sua scoperta del mondo Potteriano, con un sentore di già sentito per i grandi fan della saga.
Ma, che le cose si sappiano o meno,  leggere della vita della Rowling e dei retroscena del suo mondo è sempre un'emozione.

A tal proposito, se qualcuno di voi dovesse essere a conoscenza di Biografie\Libri A Radom sulla Rowling,  in inglese o italiano che siano, non esiti a scrivermelo nei commenti! Ne voglio uno fatto come si deve!Vi consiglierei di leggere La Maga dietro Harry Potter di Mark Shapiro, ma è dannatamente fuori catalogo da anni (buaaah, voglio la mia copiaaa! Quella che ho letto e riletto migliaia di volte appartiene a Mys ç_ç).

Ok, per il momento è tutto.
Vi lascio e vado a stritolarmi i miei libri di Harry Potter.
Un bacione!


18 commenti:

  1. Sembra carinissimo questo libricino *__*
    E la Rowling, beh, è la Rowling <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carino è carino! :3 cosa non si fa per zia Jo!

      Elimina
  2. Perché? Questo è quello che penso ogni 1 settembre. Perché non è ancora arrivata la MIA lettera -super in ritardo ma ancora in tempo-per hogwarts???
    J.k.Rowling. La donna canonizzata da milioni di bambini degli anni 90 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Colpa di Voldemort. Tutta colpa di Voldemort!

      Elimina
  3. La maga dietro Harry Potter su ebay si trova ancora :)
    http://www.ebay.it/itm/J-K-Rowling-La-maga-dietro-Harry-Potter-Fanucci-2001-9788834707944-/310971920261?pt=IT_Libri_Romanzi_Narrativa&hash=item48675eef85

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...non so perché non ho mai pensato a guardare su Ebay. Sono un'idiota.
      Grazie per avermelo fatto notare! :)

      Elimina
  4. La questione sul nome di Silente è interessante XD e lei non può che essere un mito per me *-* buon primo settembre anche a te <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho riso come una scema nel leggere del rospo xD che genio di donna!

      Elimina
  5. Aaawww, Post Potteriano *w*

    *Claudia fa partire musichetta e sventola in aria sciarpe Grifondoro*

    :')

    Vabbè, noi traduciamo sempre alla cacchio xD però almeno a Neville abbiamo lasciato la rana xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, è bello constatare che c'è sempre di peggio!
      *coff coff Tassofrasso coff coff*

      Elimina
  6. Eh, non ho più trovato una saga altrettanto geniale.... sigh sob

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A che serve trovarne una altrettanto geniale quando abbiamo già questa? u_u

      Elimina
  7. Io non sono proprio riuscita a resistere, e ieri ho riletto le pagine del primissimo arrivo a Hogwarts di Harry <3 cosa che faccio praticamente ogni anno, insieme all'imprecare in tutte le lingue che NON conosco per il mancato arrivo della mia MERITATISSIMA lettera u.u io sono una Strega, lo giuro!
    Anche io stimo molto JK Rowling, in particolare mi è piaciuto molto il suo discorso ai laureati di Harvard! Spero di riuscire a mettere le mani su questo piccolo gioiellino che hai letto, allora ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono una strega! Posso provarlo! Davvero!
      *in un angolo a piangere*
      Il discorso ai laureati di Harvard è meraviglioso *-* voglio troppo incontrare questa donna ç_ç

      Elimina
  8. Mi piacciono un sacco i libri di approfondimento sul "dietro le quinte" (d'altronde quando una è stalker, lo è in tutto... XD) ma a giudicare dalla tua recensione questo sembra un po' superficiale... Però grazie per la segnalazione del libro di Shapiro, lo cercherò sicuramente! (anche se l'impresa pare ardua....TT_TT)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come mi ha fatto notare Katerina, è reperibile su ebay!
      *lancia coriandoli*

      Elimina
    2. Grandissima Katerina!!!!!!!!
      Io l'ho trovato in biblioteca e me lo sono fatto prontamente spedire. È in arrivo ;P

      Elimina
  9. Se ti interessano le questioni legate alle traduzioni di harry potter ti consiglio "lucchetti babbani e medaglioni magici". è stato pubblicato prima dei doni della morte, ma è fatto davvero molto bene.

    anche io il 1° settembre dedico sempre un pensiero al treno per hogwarts!

    RispondiElimina